Il parto in casa non è meno sicuro di quello nelle strutture sanitarie

Parlare di parto in casa, a volte, spaventa poiché si ritiene che esso metta a repentaglio la sicurezza di mamma e bambino. Non è cosi. Gli studi ci dicono che un parto è tanto più sicuro quanto più la mamma è consapevole di ciò che sta vivendo. Consapevolezza spesso negata a causa della mancata informazione e dello scarso coinvolgimento della partoriente che troppo di frequente viene sottoposta anche a forme di violenza ostetrica che solo ora stanno ottenendo riconoscimento tramite anche una proposta di legge nazionale che ha il fine di contrastarle. Esistono troppi abusi sulle donne, anche da parte di chi dovrebbe tutelarle cioè dai professionisti della salute

La presidente dell’associazione G. Rodari ha relazionato a Roma in merito alla proposta di legge regionale sul parto in casa. In Regione Calabria inizia l’iter legislativo su questo argomento.

Leggi l’articolo sul Corriere della Calabria, LaCNews24 , Cosenza Informa

debe6508-dc8c-49cc-ae92-5197bc7a28cc